newsgames - teoria dei games come notízie Blog do NewsGames Blog dos NewsGames: Resultados da pesquisa Newsgames Blog of the NewsGames
Busca
logo_news
Mostrando postagens classificadas por relevância para a consulta Newsgames. Classificar por data Mostrar todas as postagens
Mostrando postagens classificadas por relevância para a consulta Newsgames. Classificar por data Mostrar todas as postagens

9 de dezembro de 2013

Manifesto dei NewsGames: 25 punti differenziano NewsGames di giochi 2

Ora è ufficiale: il casinò vince sempre! E il che E il che rivelano il proprio database dei casinò americani. Un calcolo fatto dal Wall Street Journal, sulla base di un ampio corpus di dati ha stabilito che la regola degli vittorie negoziati è più reali che immaginano i giocatori. Fino ad allora non era noto pubblicamente algoritmo per vincere sempre alla roulette e blackjack. Dopo tutto, il 2,8% dei giocatori (i cosiddetti grandi perdenti) producono la metà delle entrate da casinò. Il sondaggio WSJ è stato reso possibile attraverso i dati forniti dalla società di scommesse onl ine Bwin.Party. Dunque, allora proponiamo il concetto di giochi dopo le partite (games after games). Perchè giochi basati in informazioni e notizie non sono più giochi! Né la storia come disciplina in grado di coprire l'immediatezza delle orme della cultura umana online. A sua volta, i giochi come le notizie riscattano lo status di notizia prima della glamorization della informazione da parte del giornalismo spettacolarizzato. Non a caso sono ancora in vendita nei portali di notizie come um prodotto estetizzato. Dopo tutto, notizie come un bene sociale non sono un prodotto per la vendita, ma delle contenuti da condividere. In seguito, 25 punti del manifesto che cercano di differenziare NewsGames dei videogiochi creati solo come intrattenimento:

1- Giochi sono solo affari, NewsGames sono agenti aggregatori di valori sociali
2- Giochi sono ancora giocattoli, NewsGames sono piattaforme ludo-informative 
3- Giochi demonizzano la parola gioco, NewsGames superano notizie di contenuto vuoto 
4 -Giochi sono divertimento in sé, NewsGames sono monete degli scambi sociali 
5 - Giochi esplorano più azioni fisico- motoria, NewsGames elevano il nostro status cognitivo 
6 - Giochi generano effetti sociali limitati, NewsGames sollevano nostra cognizione sociale 
7 - Giochi usano ancora le mappe chiuse, NewsGames emulano mappe interattive aberti 
8 - Giochi sono ancora giochi, NewsGames erigeranno un nuovo modello di giornalismo online
9 - Giochi si basano sulla narrativa classici, NewsGames in notizie mappati 
10 - Giochi utilizzano storia millenari, NewsGames mettere il cittadino al centro della narrazione 
11 - Giochi esplorano l' universo fantastico, NewsGames il futuro della civiltà umana 
12 - Giochi usano i social network per intrattenere, NewsGames usano sociabilità per coinvolgere 
13 - Giochi sono ancora semplici vassoi, NewsGames sono visore dati sociali 
14 - Giochi sono divertenti, NewsGames aiutano a capire, coinvolgere, discutere, decidere 
15 - Giochi sono arene di dispute, NewsGames sono piattaforme di azione collaborative 
16 - Giochi possono portare alla dipendenza, NewsGames creare consapevolezza politica
17 - Giochi promuovono azioni personali, NewsGames emulano azioni a favore della collettività 
18 - Giochi possono alienare, NewsGames aumentano impegno sociale con il locale 
19 - Giochi sono atti di espressione culturale, NewsGames sono atti di libertà di informazione 
20 - Giochi giocano con tecniche di occultamento, NewsGames giocano con piena trasparenza 
21 - Giochi sono auto-referenziale, NewsGames ridimensionano la struttura di potere sociale 
22 - Giochi nutrono desideri di ricompensa, NewsGames emulano soluzioni sostenibili 
23 - Giochi di contestare le decisioni al suo interno, NewsGames sfidano a portarli dentro e fuori 
24 - Giochi distrarranno, NewsGames educano, insegnano, informano, riportano, politicizzano 
25 - Giochi scommettono nei singoli vincitori, NewsGames nella supremazia del popolo!

12 de novembro de 2015

Libro brasiliano propone una nuova categorizzazione dei NewsGames

Un altro libro su NewsGames propone la categorizzazione dei giochi come emulatori di informazioni e notizie. Nel libro ‘Questões para um Jornalismo em Crise’ (Organizzato da Rogério Christofoletti), 20 autori brasiliani messi in discussione i problemi del giornalismo che dà segni di aver raggiunto il limite massimo. Ma nel capitolo 9, gli autori Ana Paula Bourscheid e Carlos Marciano accendono una luce alla fine del tunnel utilizzando come lampióne la ludicitá dei NewsGames. Intitolato ‘Dieci anni più tardi, come sono i NewsGames brasiliani’?, i nuovi navigatori della Galassia NewsGames mettono all'ordine del giorno delle categorie di NewsGames create da Bogost et al (2010) quando classifica i NewsGames per generi:

1. NewsGames di aggiornamenti: questa categoria ha una vicinanza temporale con il contenuto giornalistico al quale si riferisce;

2. NewsGames infographics: possono essere interattivi e anche giocabile. Il punto principale di questa categoria non sta nella spiegazione di una informazioni, ma nell'interazione con le informazioni. Da questo, gli autori criano tre suddivisioni per NewsGames nfographics: esplicativi; esplorativi e direzionàle;

3. NewsGames documentari: la categoria mira lungo il newsgame ricostruire un vero e proprio evento. Per gli autori "il giocatore di un gioco documentario non solo capirebbe i fatti ed i risultati di una storia, ma l'intero sistema che ha causato l'evento '(Bogost et al, 2010, p. 70, estratto tradotto).

4. NewsGames di raziocinio: un adattamento di giochi di puzzle, come crossword puzzles. Gli autori presentano l'esempio del crossword puzzle "Crickler32" dove per trovare le risposte necessarie è bisogno che il giocatore sia informato su ciò che è in gioco nei media;

5. NewsGames per l'alfabetizzazione: il sistema è collegato all'apprendimento della pratica giornalistica, orientata sia per gli studenti e professionisti come per i cittadini in generale;

6. NewsGames di Comunità: il più importante in questa categoria è la formazione di comunità collaborative di giocatori.

Nel testo, Bourscheid e mirati Marciano (2015) citano una ricerca condotta da me e giornalista Luciene A. Santos nel 2014, quando abbiamo detto che attraverso questa divisione se sta adottando quello che conosciamo come sezione di giornali stampati:

[...] dal punto di vista della forma, sembra incongruo suddividere la narrativa di NewsGames in categorie e sottocategorie, perché è una narrativa rivoluzionaria che rompe con tutti i modelli precedenti di produzione, circolazione e consumo di notizie (...) Per quanto riguarda il contenuto, la narrativa del NewsGames è orientata verso le informazioni e notizie segmentadas. Sono le notizie a tema che alimentano il gioco basato in notizie (...) Ogni proposta di newsgame deve risolvere un problema sociale, come l'istruzione, la politica e la salute. (Santos e SEABRA 2014, on-line).

Dopo aver valutato lo studio di Bogost e quella sostenuta da noi, gli autori Bourscheid e Marciano (2015) suggeriscono che nel caso di NewsGames brasiliani siano classificati in base ai generi giornalistici adottate nel paese. José Marques de Melo (2003) li classifica sulla base gli studi di Luiz Beltrão. "Beltrão suggerisce una separazione di generi in base alle funzioni svolte insieme al pubblico lettore: informare, spiegare e guidare" (MARQUES DE MELO, 2003, p. 60). L'autore presenta le tre categorie evidenziate da Beltrao:

1. Giornalismo Informativo, che ha la funzione di informare il pubblico;

2. Giornalismo Interpretativo, che si propone di spiegare la notizia;

3. Giornalismo opinionista, che cerca di guidare il pubblico. 

In base a questa classificazione, Bourscheid e Marciano (2015) sono in grado di categorizzare NewsGames prodotti dalla media nei seguenti generi:

1. Informative;

2. Interpretative;

3. Opinionista.

Secondo Bourscheid e Marciano (2015), quest'ultima categoria (NewsGames che esprime una opinione), esempi concreti sarebbe difficile da trovare, perché in Brasile la struttura del messaggio opinionista è: "[...] Co-guidati per variabili controllate delle istituzione giornalistica e che prende due caratteristiche: la paternità (che rilascia il parere) e l'angolazione (prospettiva temporale o spaziale che dà senso al parere) "(MARQUES DE MELO, 2003, p 65.). Questo genere di solito ha messo in evidenza l'editoriale dei mezzi di comunicazione.

Nonostante la proposta in oggetto, ancora continuiamo a difendere i NewsGames come un genere único del giornalismo infotainment totalmente non legato da una classificazione precedente. Dato che si tratta di una piattaforma orbitale attorno dalla quale possa circolare varie categorie e generi di vecchio giornalismo, ma che sono evidente quando quando gira nella velocità del caleidoscópio della rete sociale che è uno dei pilastri della Teoria di NewsGames. Nella Galassia del NewsGames, opinione, commento, articolo e le notizie sono parti delle stesse informazioni di base. 

Quando aggiungiamo il 'Playfulness immanente del mezzo' giornalismo di sala caratteristiche in linea proposta da Palacios (2001b) quest'ultima stavamo creando una nuova era per il giornalismo contemporaneoquest'ultima quest'ultima le vecchie strutture narrative che impediscono il decollo della NewsGames verso la sua vera piattaforma orbitale. Nel hall dalle caratteristiche del giornalismo on-line proposte da Palacios (2001b), stavamo creando una nuova era per il giornalismo contemporâneo, rompendo con le vecchie strutture narrative che impediscono il decollo del NewsGames verso la sua vera e propria piattaforma orbitale. 

Tuttavia, questo non è ancora una realtà, neanche nei NewsGames americani attuali, perché anche i giochi basati su notizie sono ancora collegati al gameplay di giochi come mero divertimento. Questa idea di un genere singolo può essere evidente solo quando cominciamo a creare NewsGames staccati dai vecchi giornali e videogiochi tradizionali. Come affermato da Castells "la rete è il messaggio '(2000). Tutto è insieme e miscelato. 

Dopo tutto non ci sono compartimentazione narrative in una società in rete che viaggia alla velocità della luce. Il browser ha eliminato ogni possibile categorizzazione fino alla linea di informazioni come sono stati utilizzati fin dall'epoca di Gutenberg, tale è la valanga informativa che ha fatto notizia quasi una notizia fantasma, una situazione che può essere invertito con l'arrivo della notizie 3D. Se riesco a credere che quello pastore che io ho trovato perso in città, c'è davvero qualcosa di vero nella saggezza in mezzo alla folla di consigli ... Questo articolo può essere visualizzato in Portoghese su Google +.

Nel nostro blog abbiamo a disposizione del pubblico una sezione per le donazionie gli investimenti per ulteriori ricerche e la realizzazione di applicazioni mirate a giochi come notizie.




4 de julho de 2009

Reportagem debate newsgames como emuladores autênticos de notícias


A reportagem "Jogo da Verdade" publicada pela Revista Imprensa coloca em debate se os newsgames são emuladores autênticos de notícias, isto é, capazes de se comportar como suportes de produção, circulação e consumo de notícias. Na perspectiva da teoria proposta por Geraldo Seabra, os newsgames não são uma mera plataforma de leitura de notícia em formato de game. Também não são uma mera remediação da notícia tradicional ou daquela disponibilizada em ambiente on-line. Trata-se, na verdade, de um novo modelo de jornalismo on-line, portanto, um emulador autêntico de notícia. E traz em seu âmago o vírus da participação efetiva dos jogadores. No ponto de vista do autor da Teoria dos NewsGames, o novo formato de jornalismo não é uma forma meramente alternativa de leitura e publicação de notícias. Na verdade, os newsgames configuram-se como um novo modelo global de mediação comunitária de informação e notícia. Em suma, trata-se de uma nova forma de se relacionar com a informação, seja ela noticiosa ou não. É verdade que os newsgames produzidos até o momento são uma mera forma de remediação da notícia, indo um pouco adiante dos formatos preexistentes (impresso, radiofônico e televisado e digitalizado). O diferencial estaria apenas na leitura e publicação da notícia em formato de game. Um exemplo desse modelo é o game Sapatada em Bush. Nele, o jogador não participa da notícia publicada em formatos preexistentes. Em geral, os usuários ficam saciados apenas ao entrar em contato com a informação periférica. Na proposta do pesquisador Geraldo Seabra, a notícia disponibilizada nos formatos preexistentes serve como base narrativa para iniciar o jogo. A partir daí, uma sucessão de headlines afins ao tema inicial serão levadas, individualmente pelos jogadores, para dentro da trama por meio de agregadores de conteúdo, baseados na tecnologia RSS. Ao final desse processo participativo, o jogo se comporta com a edição de headlines pelos jogadores, como as publicadas no Twitter pelos iranianos. No auge das manifestações em Teerã, o microblog funcionou como um jogo político de ação e reação informativa. As mini-notícias acabaram funcionando como um parlatório de onde se buscou soluções para cidadãos traídos por um governo ditador. Portanto, os newsgames são sim emuladores notícia, com a edição daquilo que Seabra classifica como NewNews, ou notícias-solução publicadas on-line sobre o tema abordado na trama do jogo. Mas para que tudo isso?, podem questionar os incrédulos dessa quebra de paradigma... Só se muda uma realidade quando os membros de uma comunidade interagem ativamente com a informação gerada por eles mesmos. E essa é a essência da Teoria dos NewsGames. Leia a íntegrada da entrevista.

26 de janeiro de 2010

Na perspectiva textual os newsgames já estão entre nós há bem mais tempo


Um colega francês, com qual troco informações sobre newsgames, me questionou sobre a barreira técnica que separa o desejo do jornalista de informações produzidas rapidamente e o lento ritmo de produção dos videogames. Essa questão é bastante comum nas discussões que mantenho aqui no Blog dos NewsGames. Contudo, essa barreira técnica vem caindo a cada dia diante da chegada de novos softwares e sites, com interfaces ainda mais amigáveis para uso de pessoas comuns. Aliás, já registramos sites onde é possível produzir games tão fácil como postar uma notícia num blog amador. Claro, produzir newsgames requer uma base tecnológica maior do que simplesmente fazer um game no estilo Bush Shoe Throw, onde a notícia apenas serviu de base alternativa para contar de forma diferente a notícia. Mas chegará o dia em que a velocidade de produção dos games será a mesma de uma notícia. É verdade que a indústria de videogames não tem o menor interesse que isso ocorra rapidamente. Mas nós somos valentes! Para nós, o que realmente importa não é otimizar a notícia como um produto à venda, mas torná-la um bem social. E os games tem um papel importante nesse processo de transformação do ato de noticiar, ainda mais agora que estão integrados a redes sociais. Os jogos sociais rodados em sites de relacionamentos turbinam o ato de informar num ambiente quase que exclusivamente voltado para o entretenimento. Essa deveria ser a estratégia dos sites de notícia. Postar a notícia em ambientes lúdicos de comunicação. Por quê? Nesses locais podemos colocar a informação que interesse próximo dos jovens, onde eles estão ciber-imersos e socialmente inseridos. Em função desse descompasso tecnológico, a parte gráfica dos newsgames virá após a sua narrativa descritiva, onde os jogadores podem trocar mensagens no decorrer do jogo através de microblogs, a fim de buscar uma solução para a notícia-tema. Nessa fase, o game parece com jogos de análise de notícias, buscando questionar as causas e efeitos da informação. Portanto, na perspectiva textual, descritiva ou expositiva, os newsgames já então entre nós. Já fazem parte do cotidiano dos jogadores, principalmente daqueles onde os jogos já estão integrados a redes sociais de relacionamentos, como Orkut, FaceBook e Twitter. Aliás, o Twitter já pode muito bem se tornar um jogo global de análise de notícias. Afinal, sua narrativa nasceu das técnicas usadas na pirâmide invertida, um dos pilares que ainda sustenta o jornalismo atual. Na interface social do Twitter, os usuários já trocam e discutem livremente assuntos ligados ao carrossel diário de notícias disponibilizadas na Web, com possibilidade de os participantes poderem fazer a réplica através do comando ‘Reply’, o que permite dinamizar a discussão no caso de um jogo baseado em notícias. Eis então duas fases das três preconizadas pela Teoria dos NewsGames. Na primeira, os jogadores escolhem uma notícia-tema que servirá de base narrativa para dar início ao jogo. Na fase intermediária, os jogadores trocam informações entre si sobre causas e efeitos de notícias que realmente interessam ao longo do jogo e, por fim, na última fase, os gamers promovem a publicação conjunta de uma possível solução para o problema da notícia-tema. Toda essa troca de informação ocorre em tempo real em interfaces de microblog acopladas ao jogo. A redação de texto com apenas 140 caracteres remonta à técnica do lead – contar a história a partir do mais importante. A soma de vários pequenos leads redigidos pelos jogadores no microblog culmina na produção de um documento virtual, recheado de informações que realmente interessam para uma comunidade de gamers.

28 de abril de 2016

Back from Italy to Brazil journalists launch ebooks in Belo Horizonte

Back in Brazil after five years in Treviso (Italy), journalists Geraldo Seabra and Luciene Santos present in the XIV State Congress of the three journalists e-books published between 2012 and 2015, which are part of the series "Theories of NewsGames" and "Frankenstein Galaxy". Are they:

– Do Odyssey 100 aos NewsGames: Uma genealogia dos games como informação;
– NewsGames – Teoria Geral Aplicada dos Games Baseados em Notícias: Criando as bases narrativas de um novo modelo de Jornalismo Online;

– Galáxia de Frankenstein #1: os fantasmas da notícia a partir de um jornalismo tutelado.

Geraldo Seabra, and journalist and writer, is a master in communication by Unipac, Juiz de Fora, with research on games such as information and news stand. His master work, completed in 2009, resulted in the proposal of a new online journalism model, based on the theory of NewsGames - games based on news or event in real time. He worked at Radio Itatiaia, Minas Television Network, Radio Alvorada, Diary of Belo Horizonte, among other vehicles, and publishes articles on the topic in the blog of NewsGames. Luciene Santos is a writer and journalist, graduated at Uni-BH in 1997. Gerard, founded the Journal Sabará in Minas in 2000, with editorial line connected to tourism. Currently has a column in the Folha de Bom Jesus do Amparo and Blog of NewsGames produces articles on the subject, some of which are also available in saite Webinsider.

Purchase a series of ebooks in versions in Portuguese and English in the Amazon stores,. Apple, Google Play, Smashwords.

In our blog we have available to the public a section for donazionie investment for further research and the realization of targeted applications to games like news.

17 de agosto de 2015

Lancio versione in inglese dell'e-book volume 2 serie 'Teorie dei NewsGames'

Lancio della versione in inglese del e-book volume 2 della serie 'Teorie dei NewsGames'. A titolo didattico, il materiale è stato suddiviso in quattro parti - di ricerca, narrative, meccanica e impatto sociale. Nel 2012 è stato rilasciato il 1 ° volume di ricerca: 'L'Odissea di 100 NewsGames - una genealogia dei giochi come informazioni', dove gli autori disegnano una linea temporale sulla storia dei giochi come informazioni e notizie. Come la prima pubblicazione quasi tutto il materiale utilizzato è basato sulla tesi di master del giornalista Geraldo Seabra e ricerche da parte Luciene A. Seabra, oltre materiale originale del Blog dei NewsGames. Nell'e-book 'NewsGames - Teoria generale applicata dei giochi basati in notizie - creando le basi narrative un nuovo modello di giornalismo online', il News 3D si presenta come un modello narrativo di produzione di notizie più consigliata per le piattaforme ludo-informativa. La novità dà origine al che gli autori chiamano di NewNews. Dalla struttura dei fondamenti teorici di un nuovo modello di giornalismo online, l'avvento della 'Drones NewsGames' anticipa 'l'età dei giochi planetarie' basati su notizie. Le altre versioni dei libri sono in vendida nel sito dell'Amazon, PlayStore e AppleStore.

9 de março de 2012

Webinsider do UOL publica artigo newsgames como jornalismo independente


Atualizado às 18h57 - 09/02 (Treviso-Itália)
O site Webinsider, do Portal UOL, publica artigo de capa sobre os games baseados em informação e notícia. Intitulado Newsgames, um modelo de jornalismo independente, o artigo é assinado pela dupla de jornalistas Luciene Santos e Geraldo Seabra, autores do recém-lançado e-book Do Odyssey 100 aos NewsGames – Uma Genealogia dos Games como Informação. No transcorrer do texto, os jornalistas usam o newsgame Fuga da Vila Cruzeiro para ilustrar o uso da notícia como base informativa do jogo. Embora de design e narrativa simples, o game reporta de forma crítica a maior ofensiva da história do Brasil contra narcotraficantes do Rio de Janeiro. A maior parte dos NewsGames – inclusive nos Estados Unidos onde o formato é mais difundido – funciona apenas como uma forma alternativa de publicação e consumo de notícia. Na proposta desenvolvida pelos dois pesquisadores brasileiros, a plataforma dos NewsGames trabalharia os três pilares da notícia: produção, publicação e consumo. Para subsistir como um novo modelo de jornalismo independente, os newsgames precisariam usar a base informativa dos dois lados da cultural de massa: apocalípticos e integrados. Ou seja, de quem ganha vendendo informação e de quem usa as redes sociais como forma de emular informação crítica sobre o universo econômico, político e social, com objetivo de promover mudanças no mundo real. O Webinsider é um dos principais sites de artigos e conteúdo analítico sobre marketing, negócios, criação e conteúdo online. Também é reconhecido pela publicação de artigos que valorizam o debate e o aprendizado na internet.

6 de novembro de 2011

Oops! Inocência de quem ainda acredita nos newsgames como mera diversão!


Atualizado às 11h29 - 06/11
Como estudioso sério da Galáxia dos NewsGames, estou profundamente desconsertado ao perceber a prevalência de uma visão ainda míope de alguns pesquisadores que insistem em encarar os jogos baseados em eventos atuais como uma forma meramente alternativa de publicação e consumo de notícias tradicionais. Ou quem sabe uma forma de diversão fortuita. Tal posicionamento é uma mera inocência, ou um apelo comercialesco? Percebo que alguns querem vender newsgames como notícias de portais, cujas manchetes priorizam o escândalo à informação que realmente interessa. Ora, o jogo How To Kill The Tyrant (Como matar o tirano, em português) é mais um entre tantos ‘newsgames’ que apenas apela para o escândalo que a notícia pode gerar, em vez de colocar os jogadores, de forma ativa, no centro do debate que deu origem à narrativa do game. Na trama, o jogador acumula ‘pontos de coragem’ ao sobreviver mais tempo possível segurando uma placa (step down, ou renuncie, em português) diante de um bombardeio de tanques sírios. Desde janeiro, os protestos acontecem na Síria, mas o ditador Bashar Assad reprime duramente os manifestantes. Assad está no poder desde 2000 quando substituiu seu pai. No newsgame, os protestos pacíficos nunca ganham dos tanques. Portanto, o jogo só aumenta a sensação de frustração de quem joga, uma vez que nem as manifestações do mundo real tem funcionado de fato, ainda. Contudo, Assad é acusado pela morte de mais de 3000 pessoas. Em outras palavras, o jogo How To Kill The Tyrant não está à altura de um dos grandes problemas da atualidade: o processo político. “Temos governos cuja autoridade termina num rio, numa cadeia de montanhas ou no mar”, enumera Michael Bloomberg, ressaltando ainda que muitos governantes dirigem povos com base apenas no idioma que falam. A tecnologia eliminou alguns desses limites, mas nem todos. Afinal, os políticos tem duas funções básicas: comandar e redistribuir riquezas. Não por acaso muitos deles se enriquecem no poder sob a bandeira da corrupção. A Grécia não é uma exceção, mas parte de um todo que a Alemanha, Itália, França e Brasil coadunam. A chamada Primavera Árabe derrubou ditadores como Gaddafi (Líbia), Mubarak (Egito) e Ben Ali (Tunísia). Os protestos populares viraram manchete por conta de uma mobilização política que teve início nas redes sociais, um dos pilares da Teoria dos NewsGames defendida por nós. Antes de tomarem as ruas, os protestos tiveram forte movimento na internet, entre blogueiros, usuários do Twitter e Facebook. Ou seja, o ativismo na web acelera processos políticos no mundo real. Então, que me desculpem os pioneiros dos newsgames, mas viajando a 300 mil km/h todos nós somos imortais... (Albert Einstein)

7 de março de 2009

Descubra agora os segredos por trás do megamotor da Teoria dos NewsGames


Tudo que se movimenta precisa de um motor? Nem sempre. Mas o que o está por trás da narrativa dos NewsGames é um megamotor cuja propulsão rompe com todos os padrões narrativos usados pelos games atuais. Antes de entrar na tecnologia que alimenta o motor dos NewsGames, é preciso entender o processo de transposição da notícia tradicional para o ambiente hipertextual onde os Newsgames rodam. A disponibilização da notícia tradicional ocorre a partir da velha técnica da pirâmide invertida, onde a edição da informação ocorre de forma decrescente, indo do mais ao menos importante. Mas esse modelo não coaduna mais com o advento do hipertexto. Surge então a estrutura hipertextual de disponibilização da notícia, utilizando todos os recursos multimídia disponíveis na rede. No esquema proposto por Salaverría (1999), a informação principal alimenta a narrativa, porém, as informações adicionais são dispostas levando em conta os recursos inerentes ao ambiente multimídia. E a Teoria dos NewsGames se encaixa perfeitamente no esquema de Salaverría.Confira a íntegra na sua WebTV NewsGames!

28 de abril de 2017

NewsGames perché libro 1984 del britannico George Orwell aveva ragione III

Attraverso delle tecnologie di spostamento è possibile prevedere con 95% di precisione fino a dove tu sarai in due mesi, e in quale momento della giornata. Molto attiva nel Cono Sud, il gestore di cellulare Telefonia ha già iniziato a vendere questo tipo di informazioni in America Latina, dove le democrazie vengono inghiottite da società corrotte. Nell'era delle reti sociali, i famosi 'likes' rivelano tutto su di te: quello che ti piace e quando. Con l'aiuto di un algoritmo informatico, i ricercatori dell'Università di Cambridge nel Regno Unito hanno fatto un test di personalità con persone che hanno accesso alle loro pagine personali su Facebook. Da 100 likes, i ricercatori potrebbero prevedere con precisione la personalità: il loro orientamento sessuale, origine etnica, le convinzioni religiose e livello politico di intelligenza, utilizzando sostanze che provocano dipendenza o se hanno i genitori separati. In un'intervista con il giornalista Gerardo Lissardy (BBC World, New York), il guru del flusso informativo afferma che con 150 likes, l'algoritmo può prevedere meglio la sua personalità rispetto al suo compagno. Con 250 likes, l'algoritmo ha elementi per conoscere meglio la tua personalità che sè stesso. Per una società di marketing o un politico in cerca di voti, sapere quali persone amano e cercano è una cosa fondamentale. Loro sanno e anche noi sappiamo che "tutti" amano la birra. Ma quello che la maggior parte di noi non sapeva era che la birreria brasiliana Itaipava è accusata dall'operazione 'Lava Jato' di vendere quello che ancora non ha prezzo: la dignità e la sovranità di un popolo. Nel frattempo, il suo rivale Stella Artois (creato nel 1726), cerca di reinventarsi dopo 600 anni di eredità. Nella recente campagna pubblicitaria 'Be Legacy', la birreria belga solleva una domanda ai suoi clienti  in tono di sfida di game  '- Come voi desideri essere ricordato?' Dal 2015, Stella Artois ha sostenuto iniziative della ONG Water.org, un progetto per il quale ha già contribuito più di 3 milioni di dollari. Il progetto fornisce soluzioni sostenibili che trasformano la vita di milioni di persone in Africa, Asia Meridionale e America Centrale e Sud, offrendo accesso all’acqua potabile e servizi sanitari per più di 25 anni. Contrariamente alle cose ragionevoli, la "compagnia Itaipava", cosa fai con i tuoi dividendi sociali? Scambia propina per le garanzie politiche per eternalizzare sul mercato. D'altra parte, ogni acquisto di un bicchiere di Stella Artois è equivalente a 5 anni di acqua donata. Gamification è uno dei pilastri dei NewsGames. Allo stesso tempo, viviamo ancora con aziende che si arricchiscono dall'accettazione popolare di principi indicibili; dalla mancanza sociale di una massa di persone che non possono vivere senza una lattina di birra e un pezzo di carne... Ancora non ci hanno dato le armi sociali per impedire l'ascesa degli imperi nocivi. Noi crediamo che i NewsGames sono una possibilità di combattere contro la tirannia di queste aziende. E 'vero che, con l'avvento del cosiddetto Big Data (analisi di grandi volumi di dati provenienti dall'uso di Internet), si è notevolmente aumentato il potere predittivo delle Scienze Sociali, e con esso, il nostro potere per evitare aberrazioni tiranniche patrocinate da società e governi. Così, non ci sarebbe una sorpresa l'elezione di Trump e la vittoria del Brexit, se non fosse la nostra totale ubriachezza sociale. Solo i mass media si dimostrano ancora essere storditi prima i fatti, forse cercando di far finta che 'nessuno sapeva niente'. Menzogna! Tutti, che dovrebbero sapere, sapevano di tutto! Non a caso, il Pubbico Ministero ha preso il posto del Giornalismo come ultimo baluardo dello spazio pubblico. Allora, perché ancora scommettere nei NewsGames se questi sono i frutti di quelli? Perché i giochi come emulatori di informazioni e notizie non sono ancorati nel Giornalismo, neanche nelle narrative dei vecchi giochi. Una miscela di entrambi è che garantisce ai NewsGames la rivoluzione di questa nuova narrativa emergente. Abbastanza lontano dai suoi ideali di un tempo, da tempo i grandi mezzi di informazione bevono e mangiano allo stesso tavolo dei nuovi padroni del mondo: la società del marketing. E qual è il loro negozio? L'acquisto e la vendita dei dati sociali, comportamentali e il consumo di 'persone innocenti'. Questo è l'arrivo della famigerata era della Dittatura dell'Informazione, come l'inglese George Orwel aveva annunciato nel suo libro antologico '1984' più di 30 anni fa.

7 de dezembro de 2015

NewsGames! Facebook, Tsu.co, Cobab, GovUp ed altre social networking?

La somma dei cateti è uguale all’hipotenusa! Come in matematica, la somma delle social network è uguale al modello descrittivo della Galassia NewsGames. Insieme e miscelate, Facebook, Tsu.coCobab.reGovUp ed altre social ntetworking formattono la base descrittiva della Teoria dei NewsGames. Tuttavia, separati non sono in grado di transitare nell'orbita dei giochi come emulatori di informazioni e notizie, con la stessa armonia dell'astri nello spazio siderale. Nel Facebook, tutti parlano di se stessi e degli altri, ma solo Mark Zuckerberg e suoi soci rimangono con i dividendi della pubblicità dell'azienda.

Invece, il Tsu.co porta la grande novità per il mondo delle social network: promette trasferire all'utente parte delle risorse che prendono con la propaganda. Il nuovo social network premia chi commenta e produce nuovi contenuti, un aspetto che è molto enfatizzato nella Teoria dei NewsGames - gli utenti sono premiati (sconti, benefici e punti sociali) per aiutare la città in cui vivono a cercare soluzioni reali per i problemi sociali all'interno del bordo del gioco.

Mentre la rete brasiliana Cobab.re cerca di attirare gli utenti per discutere i problemi della loro città, la rete italiana GovUp cerca di ridurre la distanza di comunicazione che ancora esiste tra le istituzioni pubbliche, politici e cittadini. Tuttavia ancora non esiste una vera e propria narrativa sinergia tra i social networking verso al cittadino comuni. Ciascuno cerca il suo mercato e prescindono dalle reali esigenze degli utenti. Coincidenza o non, la Sony ha ridotto i prezzi del PS4 in Europa dopo il presunto uso dei chat dell'apparecchio dai terroristi.

Nella proposta della Teoria dei NewsGames, i cittadini sono invitati a condividere le idee in scambio di boni sociali per il ridurre il poter asimmetrico che ancora esiste tra lo Stato e i cittadini comuni. Oggi tocca ai cittadini pagare le tasse e partecipare d'una democrazia puramente rappresentativa. Nel frattempo, Marco Mengoni suona nella radio ... Lettera e musica del cantante italiano ci ispirano a cercare soluzioni mentre il mondo smantella ogni momento di fronte all'avanzata della mancanza di civismo e di civiltà degli esseri umani ... Ma quando il gioco della vita si diventa difficile è quando dobbiamo giocare ...

'Sostengono Gli eroi
[Se il gioco si fa duro, è da diocare!] ... '

Ma che dire dell'iniziativa della polizia francese di usare una vecchia media per mettere in guardia la popolazione contro il terrorismo? Nell'era digitale, le autorità di sicurezza francese hanno pubblicato pannelli illustrativi analogici di carta em luoghi di grande concentrazione di persone, raccontando ai cittadini come dovrebbero procedere in caso d’attacchi terroristici. Invece d’usare applicazioni digitali e fare gamification sociale, hanno preferito adottare la vecchia tecnica dello storybooard. Può persino funzionare, ma è da notare che non è per caso che l’Apple e la Sansung continuano ad investire pesantemente nella tecnologia mobile.

Nella radio ancora suona Marco Mengoni ...

'Mentre il mondo cade a pezzi
Io compongo nuovi spazi
E desideri che
Appartengono anche a te
Che da sempre sei per me
L'Essenziale ... '

Ed ancora in Francia, il ministro delle Finanze vuole approvare una legge che trasforma i cittadini in boccino. Sotto la protesta dei oppositori al Governo, il disegno di legge prevede un bonus per coloro che gli dellatono evasori fiscali. Questo non c’è nulla con la nostra proposta degli scambi sociali. Non vogliamo mai che giochi come informazioni se trasformano in piattaforme di delazione sociale. Se tutte le azioni di un Governo serio sono stati trasformati in un Newsgame, i cittadini cercano iniziative più creative che non li avrebbe messi in situazione di imbarazzo che li obbligassero a duellare contro i loro coetanei.

Nel nostro blog, abbiamo la disposizione del pubblico una sezione di Donazioned'Investimento per le ticerche delle nuove applicazione e per lo sviluppo di giochi come notizie.

18 de março de 2014

Nuovo e-book avvia la narrativa della Notizia 3D e dei Droni NewsGames

La Notizia 3D è il nostro obiettivo principale con il rilancio di eBook [NewsGames: Teoria Generale Applicata dei Giochi basati in Notizie - Creano le basi narrativi di un nuovo Modello di Giornalismo Online]. Questa è lo secondo volume della serie Teorie dei NewsGames, prodotti dalle giornalisti brasiliani G. Augusto Seabra e Luciene A. Santos. In questo versione online vi presentiamo il contorno di questo nuovo modello di giornalismo. Il titolo didattico, la serie è stata suddivisa in quattro edizioni: Ricerca, narrativi, Meccanica e Impatto Sociale, e questi ultimi due saranno pubblicati in seguito. Questa rottura è necessaria per facilitare la comprensione di questa nuova forma di contenuto media publishing. Oltre al contenuto di ricerca, la nuova pubblicazione riporta anche articoli pubblicati da noi sul sito Webinsider. Inoltre, sono stati utilizzati testi originali disponibili sul Blog Ndei ewsGames, in funzionamento dal 2009. Durante la compilazione del eBook eseguito il lavoro di editing e la ricerca di materiale complementare. -Durante la compilazione del eBook eseguito il lavoro di editing e la ricerca di materiale complementare. Come grande novità, vi presentiamo la notizia 3D come stile discorsivo più opportuno raccontare notizie piattaforme ludo-informativo, dalla struttura dei fondamenti teorici di un nuovo Modello di Giornalismo Online. Mentre in due dimensioni (2D) notizie tradizionale viene modificato, la notizia in NewsGames viene prodotta, consumata e riprodotti tridimensionalmente (3D) - i chiamati NewNews. L'altra novità è o avvio del giornalismo prodotto dal droni - i chiamti Droni NewsGames. Legge più in Portoghese. Acquisti il nostro eBook su sito Amazon.

20 de abril de 2012

Ha dato nel Webinsider: NewsGames come notizia mappata su Google Maps

Aggiornato alla 17h45 - 24/05 (Belo Horizonte - Brasil) Nonostante il suo avanzare ancora mancavano al Galaxy dei NewsGames una piattaforma virtuale che garantiranno una propria interfaccia a seconda della scala della sua base teorica. Qualcosa di molto giocoso e coinvolgente, che potrebbe alimentare un terzo della notizia treppiede catena di base di approvvigionamento, produzione di notizie all'interno del consiglio.Dopo tutto, NewsGames già lanciato sul mercato sono solo un semplice mezzo di pubblicazione e il consumo di informazioni sui giochi media. Ciò che noi chiamiamo Giochi Editoriale - giochi che funzionano la notizia solo un modo alternativo di leggere e pubblicare.La strategia è cercare di attrarre, per i titoli webjornais di giovani immersi nelle chiamate gamerships. In questo senso è urgente considerare l'utilizzo delle Google Maps come la scheda di interfaccia. Naturalmente, l'idea si applicherebbe solo nelle città che si basano sul servizio satellitare GIS in funzione. L'iniziativa consentirebbe il cambiamento attraverso un programma specifico, le linee di notizie testo come fonte di intrattenimento per parlare, discutere e posizionamento sui fatti di cronaca in tempo reale.In altre parole, sarebbe parlare di NewsGames come notizie mappata. Per comprendere le notizie è necessario conoscere il significato del termine. La parola deriva dal greco la cartografia (Chartis = mappa e graphein = scrittura) e si riferisce alla scienza che si occupa della progettazione, produzione, diffusione, valorizzazione e studio delle mappe. Nella prospettiva dei NewsGames, l'unione tra la mappa e scritto esalta ancora di più l'informazione gioco di potere e l'informazione stessa. Dopo tutto, ciò che viene scritto dai giocatori si accende automaticamente associa il gioco vero e proprio. In questo modo, gli utenti (giocatori e non giocatori) possono interagire in modo partecipativo, in quanto i dati di gioco emulate sono pubblici e possono essere consultati da qualsiasi persona. Leggi più in Portoghese.

23 de março de 2012

E’ora sul Amazon versione Italiano dell’e-book Del Odyssey 100 ai NewsGames


Aggiornato alla 10h38 - 23/03 (Treviso-Itália)
E’ora disponibile sul sito Amazon.it versione sull'Italiano dell'e-book Del Odyssey 100 ai NewsGames - una genealogia dei giochi come informazione. L'e-book è una raccolta di tesi di laurea si è sviluppata dal giornalista e professore Geraldo Seabra, oltre 5 anni di ricerca. Il lavoro comprende anche la collaborazione del giornalista Luciene Santos, che ha eseguito il compito di editare il libro. Seconda dell'estensione di lavoro, il materiale è stato diviso in due parti a titolo di pubblicazione editoriale. Nella prima parte del contenuto delinea una linea temporale sulla storia della console, media e titoli di videogiochi, dal punto di vista giochi come informazioni. L’e-book delinea anche le linee guida generali sulla base della Teoria dei NewsGames. Nel secondo parte, che sarà pubblicato più tardi, la carta presenta la "NewsGames basate su applicazioni gamification - giochi in formato di notizie applicati in ambienti non-giochi". Dalla ripartizione di un nuovo modello di giornalismo online, si propone la strutturazione della Teoria dei NewsGames dal punto di vista della produzione, la pubblicazione e il consumo di notizie. E 'ora anche versioni disponibili dell'e-book in inglese e portoghese. Accedi qui sito Amazon.it. Una buona lettura per tutti!

22 de setembro de 2009

Defesa da dissertação da Teoria dos NewsGames é aprovada com louvor


O professor e jornalista Geraldo Seabra foi aprovado com louvor em sua defesa de dissertação Games como Emuladores de Informação, apresentada ao Curso de Mestrado em Comunicação Social, como requisito para obtenção do título de Mestre em Comunicação, Estudos Midiáticos e Tecnologia. Montada no dia 18 de setembro no Campus do IETEC (Juiz de Fora), a banca foi constituída pelos professores doutores Fátima Feliciano (Unipac Juiz de Fora), Rosa Maria Nava (Unipac Juiz de Fora), Margareth Carvalho (Unipac Juiz de Fora) e José Geraldo (UFMG Viçosa). Na primeira parte do trabalho foi apresentado o estudo dos suportes de games como emuladores de informação e plataforma capaz de gerar habilidades e competências para uso cotidiano e profissional. Segunda parte, a defesa da proposta de um novo modelo de Jornalismo Online: NewsGames – games como emuladores de notícias ou acontecimento em tempo real. Ao longo da apresentação, Seabra apresentou novas pesquisas que atestam os videogames como suportes que proporcionam o aumento da capacidade cognitivas dos jogadores. Um dos pontos fundamentais da pesquisa foi a proposição da quebra da dicotomia entre a razão apolínica e a cultura do prazer dionisíaca, sem a qual a informação contida nos games pode ficar em segundo plano. Afinal, os games ainda hoje são encarados como mero entretenimento, quando na verdade emulam informação que gera habilidades e competências para uso cotidiano e profissional. Durante sua exposição, Seabra apontou algumas razões para se manter esse imaginário meio underground em torno dos games. A indústria dos jogos eletrônicos sempre procurou vender games com narrativas milenares (chamados de contos maravilhosos) onde o herói é sempre o centro da trama. Essa engenharia de marketing das empresas funciona como ópio na mente e corações de crianças menores de 12 anos, idade em que não contam com o poder de abstração (PIAGET, 1985). “As crianças crescem achando que esse tipo de narrativa alienante é a mais adequada para seu crescimento cultural, condena o mais novo mestre em Comunicação Social. Para Seabra, o tiro saiu pela culatra! Afinal, mesmo sem saber (jogadores e produtores de games), os jogos (qualquer gênero e narrativa) são emuladores de informação – Do ingênuo jogo de cartas ao violento game Medal Of Honor (MOH). Sobre a Teoria dos NewsGames, Seabra enfatizou que não se trata de uma mera remediação da notícia (forma alternativa de circulação e consumo), mas sim uma nova forma de produção, circulação e consumo de notícias em suportes de games on-line. Em relação às seis características do jornalismo on-line (propostas por Palácios 2003), Seabra acrescentou mais uma: a Ludicidade Imanente do Meio, cujo diferencial (diversional ou infotenimento) garante aos newsgames fator inigualável quando comparado aos demais gêneros jornalísticos (informativo, interpretativo, opinativo) e a outros formatos e produção, circulação e consumo de notícias na Web. O ponto alto da defesa ficou conta das Tétrades dos NewsGames, algo ainda não apresentado por nenhum pesquisador da área: ESTENDE – Interatividade em suportes lúdicos e horizontalizada; redes de nano-audiências de leitores/produtores de notícia; REVERTE – Jornalismo de nano-agenciamento social (Relativização do jornalismo tradicional, cooperativo e comunitário); ludicidade imanente do meio; RECUPERA – Essência lúdica do jornalismo(jogral, teatro) jornalismo de Cordel e Repentista; usuário entra em contato com a informação de forma lúdica; e OBSOLESCE – Notícia de conteúdo vazio; Era dos gamers-jornalistas – Jornalismo 4.0. Então, bem-vindos à Galáxia dos Gamers!

6 de julho de 2009

Artigo científico demarca os newsgames como modelo de Jornalismo Online


O artigo científico publicado por Geraldo Seabra demarca o surgimento dos NewsGames como um novo modelo de Jornalismo Online, através de uma base investigativa que busca relacioná-lo com funções do Webjornalismo, apontadas por Marcos Palacios (2003). A simples associação das características do Webjornalismo às funções do NewsGames sedimenta um longo período de pesquisa, iniciado em 2003, que fundamenta a lógica presente nas diferentes formas de produção, circulação e consumo de notícias na Web. Classificado como NewsGames por alguns especialistas como Frasca (2003), Seabra (2007), Andrade (2008), esse novo estilo mantêm uma relação de intimidade com diversas funções do jornalismo ao relacioná-lo a notícias ou acontecimentos em tempo real na sua modalidade online e com respectivos ambientes eletrônicos participativos (Andrade, 2008). Nas experiências do designer em neswgames, Ian Bogost , a notícia também é base narrativa de tramas de games on-line. Esse novo modelo de Jornalismo Online apropria-se da ludo-informação para dar origem ao que classificamos de Jornalismo 4.0. Ou seja, a produção, a circulação e o consumo de notícia por meios lúdicos de comunicação, única função que o diferencia das características do Webjornalismo, postuladas por Palacios (2003). Como os videogames abrigam todas as linguagens humanas, consideramos que os newsgames podem funcionar como um emulador autêntico de notícias. Assim, o Jornalismo ressurge como um campo propício para esse tipo de investigação, uma vez que, desde o Iluminismo , essa narrativa se revela um dos modos mais legítimos de compreender e atuar sobre a realidade que nos cerca. É uma pequena mudança de paradigma, mas que deve fortalecer os que defendem que as marcas individuais jornalísticas devam ser mais importantes que as marcas das empresas jornalísticas.

8 de março de 2009

Editores do Blog dos NewsGames lançam 'Game News Collaborator'


O Blog dos NewsGames lança mais uma novidade: o Game News Collaborator(GNC) – um game de notícia colaborativo editado no Protagonize, site de edição colaborativa de texto. No game-notícia, o jogador deve dar continuidade à notícia postada pelos editores do blog. Ao fazer a sua postagem, o usuário deve procurar sempre dar uma solução ao problema identificado em negrito em cada notícia, como propõe a Teoria dos NewsGames ao incentivar a mobilização social através da informação participativa. A primeira notícia teste foi postada pelo editor do blog, Geraldo Seabra, sobre o retorno aos gramados de Ronaldo, atacante do Corinthians. A co-editora do Blog dos NewsGames, Luciene Santos, deu prosseguimento à notícia, apontando sugestões para se recuperar a carreira do Fenômeno. O assinante do blog pode participar do game ativamente, basta fazer o login e jogar. Para postar, o jogador deve acessar a seção RECENT ACTIVITY e clicar na historia desejada, quando aparecerá os capítulos em sequência já adicionados ao game. O usuário deve ir até o último capítulo postado para, assim então, redigir a continuação da história. Feito isso, o próximo passo é postar o título do capítulo posterior, que será produzido por um novo jogador. A iniciativa do jogo tem como objetivo promover a Teoria dos NewsGames – games como emuladores de notícias, ou games baseados em notícia ou acontecimentos em tempo real.

21 de outubro de 2017

NewsGames: algorithmizing rappresentazione e pubblica amministrazione

 

Mentre guidavo Uber, ho avuto una idea di mescolare la musica ‘Miss You’ (Carla Bruni), con il video ontologico protagonizato per Antonio Banderas, nel film "Ti va di ballare". Ma cosa ha Tango, Rock 'n roll, Carla Bruni, Rolling Stones,  Antonio Banderas? Niente e Tutto! Esempi di miscelazione servono quindi come ispirazione per la comprensione di altre colture sociali, come Newsgames come rappresentazione e pubblica amministrazione attraverso di algoritmi programmabili. Nel Brasile, la goccia d'acqua del regime rappresentativo è stata la decisione infame della Corte Suprema brasiliana di trasmettere la decisione di privare i politici del loro mandato ai membri del legislativo, che ha mantenuto il mandato del ‘senatore’ Aécio Neves, accusato di corruzione da parte della polizia federale e dalla Procura della Repubblica brasiliana. Allo stesso tempo, la decisione della Corte Suprema brasiliana ha finito per liberare il ‘nobile’ senatore del carcere. In questo episodio, La Corte Suprema lavò le mani per relativizzare il concetto di democrazia. Nei suoi studi, il teorico Arent Lijphart porta, nella sua valutazione  circa 36 democrazie, um lavoro di analisi comparativa di due modelli: il maggiore (Westminster) ed il consensuali. Per lui, la differenziazione fondamentale dei due modelli deriva dalla definizione più fondamentale della democrazia: "Governo da parte del popolo,  o nel caso di democrazia rappresentativa, governo da parte dei rappresentanti del popolo - e anche dalla famosa frase di Abraham Lincoln secondo la quale la democrazia significa governo, non solo dal popolo, ma anche per il popolo - cioè: governo secondo la preferenza popolare "(Lijphart, 2003, p. 17). In pratica, il modello di Westminster non può sopportare più. Con la caduta virtuale del regime di rappresentazione in varie parti del mondo, apre la porta della temuta Matrix - dove l'algoritmo sostituisce invece i rappresentanti politici ed i giudici. Da Newsgames, i giochi di rappresentanza e di pubblica governance sovvertono due stati di diritto allo stesso tempo: lo stato dei politici e gli stati dei giudici. In questo nuovo sistema di governo, la tradizionale democrazia rappresentativa dà spazio a una democrazia mediata da algoritmi, in cui l'interazione dei cittadini con il mondo delle leggi viene fatta direttamente, in tempo reale. Come in Svizzera, tutte le proposte di legge sono svolte da referendum, mediate da consigli di notabili precedentemente scelti dalla società. Nel caso di Matrix, questa interazione avviene giocabile. In cambio, i cittadini ottengono punti sociali come nella serie di TV  ‘Black Mirror’.

Basta cliccare sul link per inviare donazioni per lo sviluppo delle nostre ricerche e applicazioni relative ai NewsGames.

23 de março de 2013

Infografico mostra differenze tra i modelli di Editorial Games e NewsGames

Sulla base della tesi del giornalista e insegnante brasiliano G. Augusto Seabra, l'infografica mostra le differenze concettuali tra i modelli dei NewsGames - giochi basati sulle notizie. Accreditato al design di giochi, l'uruguaiano Gonzalo Frasca, il termine 'newsgame' appare per la prima volta nel 2003. Di forma scambiata, il concetto è attribuito ai Editorial Games, una forma alternativa di mera remediation di notizia, con l'obiettivo di attrarre i 'lettori dispersi' per l'universo dei headlines. Quando si propongono solo la pubblicazione e il consumo, il concetto se svuota nel vasto campo del giornalismo, riferendosi alle applicazioni che si sovrappongono coi visualizzatori di dati e infografici dinamici. L'articolo NewsGames - marcatura d'un nuovo modello di giornalismo online, Seabra propone una aggiustamento di concetto e stabilisce marzo 2008 l'ascensione della Galaxy dei NewsGames, per promuovere l'inserimento della terza base che integra i tre pilastri di monetizzazione della notizia. Legge più in Portoghese.

13 de dezembro de 2012

Visualizzatore di dati sismologici ispira bordo per ruotare NewsGames

Per alcuni, la complessa teoria che vede le NewsGames come un nuovo modello di giornalismo on-line non è altro che una mera applicazione, una sola app che emulare una nuova forma di produzione, il consumo e la pubblicazione di notizie giochi supporto. Gran parte di questa visione dei giochi provinciali come emulatori e informazioni notizia arriva dal fatto di non avere ancora una piattaforma come il vecchio foglio di carta da giornale. Quindi ogni critica costruito contro NewsGames si basa sul semplice fatto che vi è una piattaforma giocabile. Anche se non il coraggio di produrlo, il sito del Global Dashboard serve come ispirazione per la creazione di una commissione per l'esecuzione tema NewsGames. La meccanica emula un visualizzatore di dati che tiene traccia di ogni movimento dello strato di suolo sismico. Il sito attivo è ancorato in segmentazione contenuto e mappatura di eventi sismici in tempo reale. In un'unica piattaforma, l'utente ha a disposizione le informazioni notizie sui terremoti avvenuti intorno alla Terra. Come il racconto della notizia, il sito viene aggiornato come si verificano gli eventi. Un pannello relazioni di monitoraggio, 24 ore al giorno, tutti i dati relativi agli eventi sismici. Sono fornite le informazioni, come la posizione, il tempo, la classificazione (intensità), profondità, tonnellate su TNT e la loro equivalenza in bombe atomiche.